La tradizione a tavola

La millenaria tradizione agropastorale della Barbagia si ritrova con i suoi inconfondibili sapori nelle tavole dei numerosi ristoranti ed agriturismi del paese, custodi di un sapere gastronomico che risale alla notte dei tempi.

Menù di terra o di mare valorizzati dalla genuinità dei prodotti, utilizzati con arte e maestria dagli abili e preparati cuochi del paese.

Tra i primi piatti della cucina dorgalese consigliamo i gustosissimiravioli o anzelottos, cosi chiamati nel dialetto locale, ripieni di formaggio fresco o di ricotta, conditi con un ricco ragù di carne e spolverati con un velo di formaggio grattugiato.

Il pane frattau, un primo piatto povero ma originale si compone di strati di pane carasau (la carta da musica), immersi velocemente nell'acqua salata bollente, e conditi poi con salsa di pomodoro, formaggio pecorino e uova.

Ma il principe della tavola barbaricina è senza dubbio Su Porcheddu, il maialino arrosto, una deliziosa leccornia aromatizzata unicamente con foglie di mirto e sale. Vere chicche della tradizione culinaria pastorale sono Su Tattaliu(spiedino composto da pezzi di cuore, fegato, polmone alternati a fettine di lardo, il tutto avvolto da interiora) e Sa Cordedda(intestini di agnello intrecciati e cucinati arrosto).

I menu di mare La qualità, la freschezza e la fantasia negli accostamenti tra i diversi ingredienti sono il punto di forza dei menù di mare, dove non manca la prelibata aragosta o le delicatespigole del Golfo di Orosei. Da non perdere una tipica specialità sarda: la Bottarga (uova di muggine essicate e affumicate) solitamente grattugiata sugli spaghetti conditi con olio e prezzemolo. Imperdibile l'appuntamento con i prelibati gnocchi di pesce, un piatto in cui la tradizione di mare e quella di terra si incontrano. Questa gustosa combinazione si ritrova nelle Lasagne alle Zucchine e Scampi, in cui risaltano i sapori dei prodotti delle campagne con il gusto del mare; mix che si ritrova anche nei Capponi con le patate.

Per chiudere in dolcezza il rendez-vous con la gastronomia dorgalese, non può mancare la Seada, dolce di formaggio guarnito con miele o zucchero. Tutte queste prelibatezze si possono gustare nei ristoranti o durante le minicrociere nel Golfo (proposte dagli operatori nautici) direttamente a bordo delle imbarcazioni: al fresco delle grotte o all'ombra dei piccoli fiordi lungo la costa.

I formaggi, i vini, l'olio Un mix di tradizione e modernità caratterizza i formaggi prodotti nel paese (si segnala il locale caseificio sociale). Accanto al classico pecorino nelle sue diverse varianti, consigliamo lataedda, una sorta di provola di latte di vacca, ottima arrosto e ingentilita con il miele; la frue, quagliato di latte di pecora o capra, ottima in insalata con i pomodori; i saporitissimi caprini; le creme di formaggio dolci o piccanti da spalmare sul pane carasau e le ricotte fresche e salate.

Dorgali é anche una delle patrie del vino cannonau come atte stano i documenti storici dell'epoca romana e gli attuali riconoscimenti per la qualità del prodotto ottenuti in campo nazionale ed internazionale. La locale cantina sociale produce una vasta gamma di vini : il classico Cannonau DOC rosso (ottimo con le carni), il giovanile Filieri (rosso e rosato), il novello Santa Caterina (il primo novello prodotto in Sardegna), il bianco Cala Luna (consigliato per i piatti di pesce), il pregiato rosso Noriolo e le particolari grappe di cannonau.

Un altro prodotto tipico e genuino della tradizione agricola dorgalese è l'olio di oliva. L'introduzione delle moderne tecnologie nella coltivazione e lavorazione delle olive non ha compromesso ma al contrario esaltato e valorizzato la qualità del nobile condimento. L'attività del locale oleificio ha portato un miglioramento nella qualità del prodotto che si trova facilmente nelle tavole dei ristoranti e nei negozi del paese.

I dolci. La tradizione dolciaria del paese è ricca di specialità che si possono acquistare nei numerosi laboratori artigiani che si affacciano nella via Lamarmora e nei vicoli del centro storico. Consigliamo la degustazione dei seguenti dolci: il Bistoccu d'ousofficissimo savoiardo che non manca mai nelle case dei Dorgalesi; i gustosi Papassinos, biscotti farciti con uvetta e noci; i classici e morbidi Amaretti con le mandorle; S'Aranzada con buccia d'arancia, mandorle intere e miele; Su Pistiddu, una crostata di pasta frolla ripiena di buccia d'arancia e vin cotto, tradizionalmente offerto a gennaio durante la festa di S. Antonio;le Orullettas, dolci fritti spennellati con il miele o lo zucchero che si consumano a carnevale.

Affacciato sullo splendido Golfo di Orosei, il Parco Blu Club Resort di Cala Gonone è un'accogliente struttura di 36 camere immersa nel verde della costa orientale della Sardegna.

Il Nuovo Gabbiano è un confortevole e accogliente hotel 3 stelle, di nuova costruzione, situato di fronte al porticciolo turistico di Cala Gonone, famosa località marittima sita al centro del Golfo di Orosei, sulla costa orientale della Sardegna.
L'albergo concilia l'atmosfera familiare e l'ospitalità con il comfort della location: al centro del villaggio, di fronte al mare.

Hotel Nuovo Gabbiano

Piazza del Porto

Cala Gonone

In posizione panoramica sul Golfo di Orosei, l’Hotel Cala Gonone Beach Village è costituito da 304 camere hotel, tutte dotate di patio o terrazzo.

Di nuova costruzione, concepito con linee architettoniche di pregio, l’Hotel Cala Gonone Beach Village è costituito da 304 camere hotel, tutte dotate di patio o terrazzo.

E’ gestito in formula club con staff di animazione e Club per bambini.

 

Dotato di una piscina di 1000 mq, con zone riservate ai bambini, un campo polivalente di calcetto e un campo polivalente per tennis e pallavolo in erba sintetica e un grande anfiteatro.

Cala Gonone portale dedicato alla frazione a mare: risorse turistiche